Regola 8.1
27 luglio 2016
Consiglio del mese: Perché in Italia si sceglie con tanta insistenza di giocare le gare domenicali in famiglia ?
Non ho niente in contrario al matrimonio, sia chiaro, ma non riesco a capire perché in Italia si scelga con tanta insistenza di giocare le gare domenicali in famiglia! Avendo vissuto molti anni in Inghilterra ho sempre pensato che a fine giornata le donne inglesi, abituate a giocare fra di loro, sembrassero più soddisfatte e sorridenti delle controparti italiane. Anche i loro mariti, del resto, hanno una faccia migliore, quando,finito di giocare 18 buche in 3 ore e da scapoli,vanno a bere la loro birra separata.
Nei circoli italiani, invece, le mogli golfiste tornano in club-house dalla gara meste e confuse dopo aver fatto troppo ed aver avuto una serie infinita di consigli dai mariti e non mariti,compagni di gioco. Capisco che penalizzarli tutti secondo la regola 8.1 (è vietato dare consigli) sarebbe spiacevole ma mi verrebbe voglia di dare questo strumento in mano alle signore sul tee della 1, insieme alle regole locali e alle posizioni di bandiera (nei circoli a la page!). Come se non bastasse,le più assidue frequentatrici di partite maschili sono anche afflitte da comprensibili “ansie da prestazione” perché non fanno i 100 metri con il wedge, come il potente marito. Il quale, naturalmente e malignamente, sottolinea questa incapacità del tutto femminile. E quindi arrivano a lezione chiedendomi di tirare il drive a 200 metri come minimo, di uscire dal rough con il ferro 3 (io l’ho tolto dalla sacca insieme al legno 3 tanto non riesco a tirarlo più lungo del 5!) Dovrei gioire del fatto che faranno lezione per sempre alla ricerca del Sacro Graal ma la mia onestà non mi permette di approfittarne…quindi si fanno paragoni con altri sport,si indicano altre signore sul campo pratica che fanno distanze normali, le si ricorda che avendo iniziato a giocare a 50 anni, essendo il golf l’unico sport mai praticato, pesando 55 chili e avendo dei polsi molto sottili, forse l’obiettivo primario è di fare 150 metri tra volo e rotolo con il driver e il secondario di confortarsi giocando con signore di simile capacità e bravura!
Categoria:
Tecnica
Condividi su:
Ricevi le nostre news